FASCICOLO 1 | 2007

21 FEBBRAIO 2007

Note sulla indipendenza della magistratura alla luce della Costituzione e delle controversie attuali *

di Giuseppe Ugo Rescigno

52056 battutePDF

Premessa

Divido il mio intervento in tre parti: nella prima riespongo le ragioni profonde che stanno alla base del principio della indipendenza della magistratura dagli altri poteri dello Stato, perché a mio parere nelle polemiche di questi anni queste ragioni sembrano smarrite, e spesso sembra che la magistratura goda di un ingiustificato privilegio; nella seconda mi sforzo di mostrare sinteticamente quali sono le caratteristiche dell’ordine giudiziario che costituiscono necessaria conseguenza del principio di divisione dei poteri e che quasi sempre sono recepite nel testo costituzionale o sono comunque presenti nella legislazione ordinaria come sviluppo e articolazione di principi impliciti; nella terza cerco di individuare alcuni tra i temi più acuti e controversi nei quali si scontrano da un lato l’esigenza di garantire quanto più possibile la indipendenza della magistratura anche nei casi lasciati vuoti o insoddisfacenti dalla Costituzione e dalle leggi ordinarie e dall’altra la esigenza di garantire che la magistratura, resa indipendente, non abusi dei suoi poteri.

Continua su PDF

Fascicolo 1|2007

magistratura e costituzione/costituzione e laicità

 


Leggi la procedura di valutazione.

Il gruppo di persone che ha promosso questo sito si propone di sollecitare il dibattito tra gli studiosi delle diverse discipline interessate alle ragioni del costituzionalismo, operando entro una prospettiva dichiarata. Il nostro 'punto di vista', le specifiche ragioni di politica culturale e la professione di metodo alla base di quest'iniziativa sono rese esplicite in due editoriali Le ragioni di una rivista nuova, di Gianni Ferrara e Le ragioni di un impegno nuovo, di Gaetano Azzariti... (continua)

 
ISSN: 2036-6744 | Costituzionalismo.it (Roma)