FASCICOLO 3 | 2008

12 LUGLIO 2008Una denuncia civile

La legalità: il tramonto di una categoria giuspolitica

di Francesco Bilancia

49984 battutePDF

Una denuncia civile

Premessa. E’ da un po’ di tempo che vado riflettendo sulla crisi del parlamentarismo italiano conseguenza della sciagurata interpretazione del sistema costituzionale e della forma parlamentare di governo operata di fatto dal regime maggioritario instauratosi in Italia a far data dai primi anni ’90[1]. Più di ogni altra cosa mi colpisce l’effetto di separazione che, nel Parlamento e non solo nel sistema mediatico, si è consumato tra la maggioranza di Governo, da una parte, e le opposizioni e le minoranze, dall’altra, determinando una scissione “in parti” della unitaria compagine parlamentare. L’esito di questa deriva – sostenuta e assecondata tanto dai governi di Centrosinistra[2], e da parte della dottrina, che dai governi di Destra - è, a mio avviso, la radicale trasformazione della forma di Stato italiana, scivolata di fatto da sistema democratico-rappresentativo a sistema di governo a mera legittimazione popolare del (solo?) Presidente del Consiglio. La letteratura sul tema è molta e molto ricca, per cui posso darne per scontato il richiamo in questa sede rinviando intanto alla amplia bibliografia riportata nei mie precedenti scritti[3].

Continua su PDF

Fascicolo 3|2008

diritti e regime

 


Leggi la procedura di valutazione.

Il gruppo di persone che ha promosso questo sito si propone di sollecitare il dibattito tra gli studiosi delle diverse discipline interessate alle ragioni del costituzionalismo, operando entro una prospettiva dichiarata. Il nostro 'punto di vista', le specifiche ragioni di politica culturale e la professione di metodo alla base di quest'iniziativa sono rese esplicite in due editoriali Le ragioni di una rivista nuova, di Gianni Ferrara e Le ragioni di un impegno nuovo, di Gaetano Azzariti... (continua)

 
ISSN: 2036-6744 | Costituzionalismo.it (Roma)