FASCICOLO 2 | 2013

1 AGOSTO 2013

Un procedimento “speciale derogatorio”, “straordinario”, “in rottura della Costituzione”…e anche illegittimo ex art. 138 Cost. Note critiche al d.d.l. cost. n. 813 AS (n. 1359 AC) (II)*

di Alessandro Pace

Professore emerito di Diritto costituzionale - Università "La Sapienza" di Roma

46058 battutePDF

1. Con questo mio contributo intendo dimostrare come la fragilità delle tesi sostenute in favore della legittimità del d.d.l. cost. n. 813 AS (n. 1359 AC)[1] sia già di per sé rivelatrice dell’illegittimità procedurale dell’attuale percorso “riformatore”, che al momento della presentazione al Senato di tale d.d.l. riguardava specificamente - pur richiamando anche i titoli I, II, III e V della Parte II - la forma di governo, il bicameralismo e il rapporto Stato-Regioni (ancorché sotto l’equivoca formula “forma dello Stato”), ma che ora, dopo le modifiche della Commissione Affari costituzionali del Senato, concerne esplicitamente gli interi titoli I, II, III e V nonché le «disposizioni della Costituzione o di leggi costituzionali strettamente connesse» a tali titoli.

Continua su PDF

Fascicolo 2|2013

Il tempo della crisi: Presidente della Repubblica e revisione costituzionale

 


Leggi la procedura di valutazione.

Il gruppo di persone che ha promosso questo sito si propone di sollecitare il dibattito tra gli studiosi delle diverse discipline interessate alle ragioni del costituzionalismo, operando entro una prospettiva dichiarata. Il nostro 'punto di vista', le specifiche ragioni di politica culturale e la professione di metodo alla base di quest'iniziativa sono rese esplicite in due editoriali Le ragioni di una rivista nuova, di Gianni Ferrara e Le ragioni di un impegno nuovo, di Gaetano Azzariti... (continua)

 
ISSN: 2036-6744 | Costituzionalismo.it (Roma)