FASCICOLO 3 | 2013

24 GENNAIO 2014Editoriale

"Ri-porcellum" e giudicato costituzionale

di Francesco Bilancia

Professore ordinario di Diritto costituzionale - Università degli Studi "G. d'Annunzio" di Chieti-Pescara

32341 battutePDF

1. Alla vigilia della pronuncia della Corte costituzionale sulla legge elettorale n. 270 del 2005 (dalla vulgata, ormai, riconosciuta con il soprannome di “Porcellum”) in molti tra i costituzionalisti dubitavamo della possibilità che la questione di costituzionalità superasse il vaglio di ammissibilità, per difetto di rilevanza. La Corte costituzionale ha, però, deciso diversamente, con argomentazioni originali – rispetto ai propri precedenti – ma in effetti plausibili, salvo forse che per un forzato richiamo all’istituto del giudicato interno. Questo si sarebbe formato, secondo la Corte, su alcuni profili essenziali del giudizio sulla rilevanza – il giudicato sarebbe maturato nell’ambito del giudizio di merito – su una questione, però, di cui soltanto la Corte costituzionale è giudice competente: l’ammissibilità della questione, appunto.

Continua su PDF

Fascicolo 3|2013

Per i dieci anni di Costituzionalismo.it

 


Leggi la procedura di valutazione.

Il gruppo di persone che ha promosso questo sito si propone di sollecitare il dibattito tra gli studiosi delle diverse discipline interessate alle ragioni del costituzionalismo, operando entro una prospettiva dichiarata. Il nostro 'punto di vista', le specifiche ragioni di politica culturale e la professione di metodo alla base di quest'iniziativa sono rese esplicite in due editoriali Le ragioni di una rivista nuova, di Gianni Ferrara e Le ragioni di un impegno nuovo, di Gaetano Azzariti... (continua)

 
ISSN: 2036-6744 | Costituzionalismo.it (Roma)