FASCICOLO 1 | 2014

27 FEBBRAIO 2014

Transatlantic Trade and Investment Partnership: quando l’impero colpisce ancora?

di Alessandra Algostino

Professore associato di Diritto costituzionale comparato - Università degli Studi di Torino

67938 battutePDF

Abstract


Trapelano da qualche mese notizie sulla negoziazione di un accordo di libero scambio fra Unione europea e Stati Uniti: il Trattato Transatlantico per il Commercio e gli Investimenti (TTIP). Il procedimento è circondato da un alone di segretezza: è democratica una gestione a porte chiuse, all’interno degli esecutivi, dove con le consultazioni si ovvia alla mancanza di discussione, partecipazione e trasparenza?
Dopo una prima parte dell’intervento dedicata al commento delle procedure seguite, nei paragrafi successivi si esamina il contenuto del TTIP. In primo luogo si analizzano le linee di quella che si prospetta come una massiccia deregolamentazione, che potenzialmente incide, ed entra in collisione, con la tutela di diritti come la salute, l’ambiente e il lavoro. In secondo luogo, si ragiona degli effetti dell’introduzione del meccanismo di risoluzione delle controversie tra Stato e investitore, quale strumento di giustizia privata che rischia di eludere le ordinarie vie giurisdizionali e limitare la potestà normativa degli Stati.
Il TTIP – si osserva in conclusione – pare inserirsi, con una buona dose di spregiudicatezza, nel percorso che, in senso opposto alla limitazione del potere del costituzionalismo, restringe gli spazi di sovranità popolare e commissaria gli Stati nel nome della sovranità dei mercati.


Since a few months transpire news as regards trade partnership between European Union and United States: the Transatlantic Trade and Investment Partnership (TTIP). The process is surrounded by secrecy: is democratic a management behind closed doors, within governments, where consultations replace discussion, participation and transparency?
On the content, first problem is the massive deregulation, which potentially affects the protection of rights such as health, environment and labor. Secondly, analysis on the effects of investor-State dispute settlement shows that this mechanism of private justice could evade ordinary legal remedies and limit State legislative powers.
The TTIP - in short - seems to fit, unscrupulousy, in the path which, against constitutionalism, restricts the spaces of popular sovereignty binding States in the name of market economy.

Continua su PDF

Fascicolo 1|2014

Stato, cittadinanza e integrazione tra ordinamenti in transizione

 


Leggi la procedura di valutazione.

Il gruppo di persone che ha promosso questo sito si propone di sollecitare il dibattito tra gli studiosi delle diverse discipline interessate alle ragioni del costituzionalismo, operando entro una prospettiva dichiarata. Il nostro 'punto di vista', le specifiche ragioni di politica culturale e la professione di metodo alla base di quest'iniziativa sono rese esplicite in due editoriali Le ragioni di una rivista nuova, di Gianni Ferrara e Le ragioni di un impegno nuovo, di Gaetano Azzariti... (continua)

 
ISSN: 2036-6744 | Costituzionalismo.it (Roma)