FASCICOLO 1 | 2017

31 MAGGIO 2017

Le nuove norme sulla sicurezza urbana: decoro versus dignità

di Patrizio Gonnella

Professore a contratto in Prison law clinic e Assegnista di ricerca in Filosofia e Sociologia del diritto - Università degli Studi di Roma Tre

65895 battutePDF

ABSTRACT

La sicurezza è al centro del dibattito politico, mediatico e della più recente produzione legislativa. I fondamenti del decreto-legge n. 14 del 20 febbraio 2017 sono il decoro e la percezione di insicurezza da parte dell’opinione pubblica. Non c’è alcun legame tra le norme approvate e i dati statistici in materia di criminalità urbana. Viene teorizzato un modello che prescinde dai bisogni reali e che funziona come mera rassicurazione simbolica. Su queste basi vengono ridisegnati i poteri pubblici in materia di sicurezza riproponendo sistemi di intervento già in parte censurati dalla Corte costituzionale.

Security is central to the political and media debate and to the most recent legislative output. The basics of the Decree-law n. 14 of February the 20th are urban decorum and the perception of insecurity in the public opinion. There is no actual link between approved regulations and statistics on urban crime. A model has been theorised, that has no regard for real needs and that only works as a mere symbolic reassurance. On these grounds, public authorities on the matter of security are being redrawn, by proposing methods of intervention already censored in part by the constitutional Court.

 

SOMMARIO: 1. Una legge fondata sul decoro; 2. La criminalità urbana è in calo; 3. In continuità con le norme del 2008; 4. Sicurezza ben poco integrata; 5. Daspo e libertà di movimento; 6. I nuovi attori della sicurezza urbana. Più poteri ai sindaci. Meno giurisdizione; 7. Torna l’approccio proibizionista sulle droghe; 8. Conclusioni.

 

 

1. Una legge fondata sul decoro

Continua su PDF

Fascicolo 1|2017

Le riforme in una democrazia costituzionale

 


Leggi la procedura di valutazione.

Il gruppo di persone che ha promosso questo sito si propone di sollecitare il dibattito tra gli studiosi delle diverse discipline interessate alle ragioni del costituzionalismo, operando entro una prospettiva dichiarata. Il nostro 'punto di vista', le specifiche ragioni di politica culturale e la professione di metodo alla base di quest'iniziativa sono rese esplicite in due editoriali Le ragioni di una rivista nuova, di Gianni Ferrara e Le ragioni di un impegno nuovo, di Gaetano Azzariti... (continua)

 
ISSN: 2036-6744 | Costituzionalismo.it (Roma)