FASCICOLO 2 | 2019

18 NOVEMBRE 2019La "deformalizzazione" della legalità costituzionale

Deformare e riformare. La torsione privatistica del campo rappresentativo come esito e come processo

di Michele Della Morte

Professore ordinario in Diritto costituzionale - Università degli Studi del Molise

125815 battutePDF

ABSTRACT

ITA

Il saggio si propone di descrivere lo slittamento privatistico dei processi rappresentativi pubblicistici. La c.d. “privatizzazione” della sfera politica, direttamente connessa alla fine del finanziamento pubblico dei partiti, ma, in realtà, effetto voluto di scelte complessive succedutesi nel tempo, è, infatti, direttamente produttiva di effetti, determinando, ricadute teoriche e precise trasformazioni sul piano delle intenzioni, dei programmi, delle azioni delle forze politiche, propensi a riformare la Costituzione nel segno della deformazione.

EN

The privatization of political sphere, directly connected to the end of the public financing of political parties, is, in fact, productive of constitutional effects, determining precise transformations in terms of intentions, programs and actions of political forces, inclined to reform the Italian Constitution.

 

 

SOMMARIO: 1. Deformare; 2. Le ambivalenze della deformazione nella teoria giuridica; 3. La deformazione del campo del government; 4. La deformazione del campo dei partiti; 5. Un’altra rappresentanza; 6. La deformazione del campo parlamentare; 7. La riforma della legge elettorale; 8. La riduzione dei parlamentari; 9. Il referendum propositivo.

 

 

1. Deformare

 

Le vicende politico-istituzionali degli ultimi anni fanno registrare più di una singolarità, sollecitando a fondo la scienza costituzionalistica, impegnata a fondo per verificare e semmai discutere lo statuto teorico della disciplina[1].

Continua su PDF

Fascicolo 2|2019

La "deformalizzazione" della legalità costituzionale: tornare alla cultura delle regole

 


Leggi la procedura di valutazione.

Il gruppo di persone che ha promosso questo sito si propone di sollecitare il dibattito tra gli studiosi delle diverse discipline interessate alle ragioni del costituzionalismo, operando entro una prospettiva dichiarata. Il nostro 'punto di vista', le specifiche ragioni di politica culturale e la professione di metodo alla base di quest'iniziativa sono rese esplicite in due editoriali Le ragioni di una rivista nuova, di Gianni Ferrara e Le ragioni di un impegno nuovo, di Gaetano Azzariti... (continua)

 
ISSN: 2036-6744 | Costituzionalismo.it (Roma)